27/04/11

Commento al libro: All’area di servizio fra bombe carramba e rock’n’roll

In All’area di servizio fra bombe carramba e rock’n’roll, Donatella Canepa coglie squarci di emozioni, sensazioni, pensieri ed esperienze di vita raccolte e immagazzinate lungo la strada. Ad accompagnare la ricerca della libertà interiore e la fuga dall’omologazione voluta dal sistema – “La diversità sarebbe la dimostrazione di avere un cervello scollegato dal vostro sistema binario” – sono un sottofondo di Rock’n’Roll e una chitarra che prende vita. Ne vengono fuori racconti mai banali, scritti con uno stile originale, sospesi in quello spazio indefinibile tra il reale e il surreale, il ricordo e la riflessione.

Siete amanti del rock? Allora questa raccolta di racconti fa proprio per voi.
Non lo siete? Beh... forse fa per voi lo stesso.

All'area di servizio fra bombe carramba e rock'n'roll è un'antologia di racconti strettamente collegati alla musica rock, scritti da una giovanissima autrice.
Il tutto però, a mio avviso, sembra quasi una sorta di diario. Sembra infatti che ogni racconto sia uno scorcio sull'adolescenza dell'autrice, uno sguardo su quegli episodi che l'hanno indissolubilmente legata al rock. Troviamo allora il ricordo di un concerto, i pensieri sul mondo che la circondano, il primo incontro col rock...
Il volume risulta quindi, alla fine, una sorta di piacevole puzzle di una vita connessa col rock.

La scrittura è indubbiamente fresca e scorrevole, però soffre probabilmente della giovinezza dell'autrice e porta con sé delle ingenuità o dell'assenza di profondita che a volte rendono i racconti delle foto bidimensionali, piuttosto che delle finestre su un vero e proprio mondo.
Credo proprio che col tempo Donatella potrà fare delle cose davvero ben fatte, perché credo che le capacità ci siano tutte.

In somma, una raccolta carina, molto piacevole, in cui molti potranno comunque ritrovarsi perché probabilmente, al di là di rock o non rock, ci sono dei pensieri e deir agionamenti tipici dell'adolescenza.

1 commento:

  1. da appassionata di rock mi ispira molto questo titolo! me lo sono segnato, ciao! :-P

    RispondiElimina