31/01/12

Commento al libro: La macchina della morte


La macchina è stata inventata quasi per caso qualche anno fa. Con un semplice esame del sangue sa predire il modo in cui lasceremo questo mondo. Nessuna data. Nessun dettaglio. Solo un foglietto di carta con poche parole, insieme precise e insopportabilmente vaghe. Un oracolo infallibile, criptico e beffardo. Spaziando dall’umorismo alla fantascienza, dall’horror all’avventura, trentaquattro racconti di autori diversi immaginano mondi in cui il fatale responso della Macchina della Morte diviene il fondamento di una nuova gerarchia sociale o una semplice voce del curriculum, un mostro pervasivo contro cui lottare o una moda passeggera, il dato che può bruciare la carriera di un politico o il centro di nuovi giochi di società. Trentaquattro voci diverse per indagare come cambierebbero i rapporti umani e il lavoro, gli ospedali e le scuole, la giustizia e il crimine. Saremmo più liberi o vivremmo incatenati a quella sentenza ineluttabile, condizionati in ogni scelta da un destino che può materializzarsi in qualsiasi momento? Saremmo morbosamente attratti da ciò che ci ucciderà o cercheremmo di fingere con noi stessi di non sapere nulla? Sfideremmo la macchina cercando di smentire il suo verdetto o cambieremmo la nostra vita nel tentativo di allontanare il più possibile un finale già scritto? Un gioco, certo. Ma anche un modo per riflettere sulla nostra ossessione di voler sapere tutto, di svelare anche l’ultimo mistero, che ci porta soltanto a spingere un po’ più in là i confini dell’incertezza.

Cosa succederebbe se si potesse conoscere la causa della propria morte? ATTENZIONE! La causa, non il quando.
E' quello che cerca di dirci questa magnifica raccolta nata dall'idea di alcuni blogger americani.

Il risultato è un'antologia di alto livello qualitativo, sia stilisticamente parlando che per le idee trattate.
Ogni racconto è un piccolo gioiello che può essere divertente, ironico, serio, iper-ragionato e via dicendo, e vengono abbracciati molti generi e scelti molti modi differenti di percorrere una strada partita dallo stesso punto.
Già, perché la morte ha questo strano effetto di scatenare in noi davvero una vasta gamma di emozioni e, di conseguenza, un'infinità di storie. Ciò che salta all'occhio è però che, sicuramente, la morte ci influenza in un modo talmente prepotente che non si riesce a vivere senza pensarla di continuo. E immersi in tutte queste storie, come mi era già successo con I Funeracconti di Benedetta Palmieri, ci si ritrova a pensare e a riflettere davvero su molte cose.

Voi vorreste sapere come morirete? E io?
La curiosità attanaglia tutti noi, è indubbio, e le continue scoperte scientifiche ci stanno portando sempre più verso l'onnipotenza e l'onniscienza, ma un'invenzione come questa sarebbe davvero utile? O scatenerebbe solo paure? Ci renderebbe la vita migliore o peggiore?
In somma, è davvero positivo il voler conoscere tutto?
Beh, a voi giudicarlo.
Di certo, oltre a tutto quello che potrete capire e scoprire leggendo questi succosi racconti, passerete davvero degli ottimi momenti.

26/01/12

Anteprima: Tanit. La bambina nera

Ve ne avevo già parlato qualche giorno fa, quando ho potuto mostrarvi la copertina e fornirvi alcuni dettagli sulla trama. Oggi ritorno su questo libro per fornirvi ulteriori informazioni.
Di cosa sto parlando? Ma ovviamente di Tanit. La bambina nera, il romanzo di Lara Manni che conclude la trilogia iniziata con Esbat.
Non mi dilungo ancora su quanto questi libri mi siano piaciuti, l'ho già fatto in questo post e nei miei commenti ai primi due volumi. Vi dico solo che il 17 febbraio dovete essere tutti in libreria, e se non avete ancora letto gli altri episodi, beh... avete qualche settimana di tempo per rimediare!

Tanit
La bambina nera
di Lara Manni

Tanit conclude la trilogia fantastica iniziata nel 2009 con Esbat e proseguita nel 2011 con Sopdet: una trilogia che unisce le leggende orientali ai miti mediterranei della Grande Madre, e li innesta nel racconto della contemporaneità. Stavolta, è lo smarrimento degli uomini alle prese con le bancarotte mondiali e la povertà imminente a fare da cornice a un evento fatale: una nascita divina che segnerà la fine dei tempi.


Italia, 2008. In un paese dove inizia a colpire la grande crisi economica, fa la sua comparsa Axieros, l'oscura dea che ha tramato affinché mondi separati venissero in contatto. Cerca una donna umana piena di rabbia e odio, che possa partorire sua figlia Tanit, la bambina nera destinata a essere fatale per il genere umano. Sul cammino di morte che Axieros sta disegnando si incontreranno due demoni: Hyoutsuki, in cerca del suo destino, e Yobai, in cerca della vendetta. Ma sulla stessa strada cammina anche Ivy, che ha il potere di far diventare reale ciò che disegna e che rappresenta un pericolo per tutti: per la dea, per i demoni, per una coppia misteriosa che ha il compito di riequilibrare i due mondi. Solo Ivy può compiere la scelta definitiva: ma a un prezzo che forse non è disposta a pagare.


EDITORE: Fazi
PAGINE: 370
PREZZO: 18,50 €
PUBBLICAZIONE: 17 febbraio 2012

L'AUTRICE:
Lara Manni è nata e vive a Roma, dove traffica tra librerie e biblioteche. Dal 2006 scrive fan fiction su Efp con lo pseudonimo di Rosencrantz. Nel 2009 ha pubblicato il romanzo Esbat con Feltrinelli e nel febbraio 2011 Sopdet con Fazi Editore. Gestisce uno dei blog più seguiti in Italia: laramanni.wordpress.com


HANNO DETTO DI ESBAT:

«Un romanzo di formazione, un libro "fantastico" e attuale, fresco e giovane». Valeria Parrella, Grazia

«Un romanzo intrigante». Ruggero Bianchi, Tuttolibri - La Stampa

«Complimenti a Lara Manni». Wu Ming 4

«Uno stile adulto, un romanzo ricco di riflessioni mai stancanti che costruiscono suspense con continui cambi di prospettiva». Horrror Magazine


HANNO DETTO DI SOPDET:

«Un cortocircuito tra saga fantasy e ambientazione storica, che può richiamare le ambizioni tecniche della “New italian epic” ». Rosella Simone, Di di Repubblica

“Quando la storia degli uomini tocca picchi di follia, allora è il tempo dei demoni”. Chiara Palazzolo

"Lara Manni crea un regno popolato da demoni, manga e mondi paralleli, ma con un filo conduttore attuale: l’orrore per la crudeltà umana” Silvia Pingitore, Il Venerdì di Repubblica

Vi segnalo inoltre:
- il sito ufficiale del romanzo, dove potete trovare anche un simpatico contest a cui partecipare. In palio c'è un racconto personalizzato di Lara!
- il tumblr dedicato al libro, dove già da qualche tempo la Manni sta disseminando indizi.
- la pagina facebook di Tanit.
- e, ovviamente, il blog di Lara.

In somma, di modi per avvicinarvi a questo testo ne avete moltissimi. Cosa state aspettando?

25/01/12

Segnalazione: Tutto ciò che sono

Esce oggi un libro che non poteva non uscire proprio in questi giorni. Venerdì sarà infatti la giornata della memoria, e questo romanzo affronta proprio il tema della ribellione a Hitler e a tutto quello che da lui e con lui è venuto.
La storia avvincente e coraggiosa di quattro giovani che volevano avvertire il mondo del pericolo che Hitler rappresentava per l'umanità intera. Un racconto di lotta per la libertà che mescola il romanzo storico al thriller.

Tutto ciò che sono
di Anna Funder

Tutto ciò che sono è il romanzo toccante e indimenticabile di quattro giovani irriducibili che hanno rischiato la vita per allertare il mondo sul pericolo rappresentato da Hitler. Ruth, i cui ricordi hanno la potenza del sogno, Ernst, il leader-artista, la coscienza di un'epoca, Hans, fragile e combattuto, e soprattutto Dora, Dora Fabian, un'affascinantissima eroina della Resistenza antinazista, fino a oggi del tutto sconosciuta, una donna moderna, libera e consapevole, così coraggiosa da non riuscire a salvare se stessa. La loro storia è l'emblema della lotta per la libertà di amare, di vivere, di immaginarsi un futuro.
Un grande romanzo di amore, sacrificio e tradimento, una storia incalzante, tragicamente vera, attenta ai dettagli, profondamente intrisa di paura, tristezza, rabbia e ricordi avvolti dalla nostalgia.

EDITORE: Feltrinelli
PAGINE: 400
PREZZO: € 19,00


DICONO DEL LIBRO:
"La sagacia del romanzo di Anna Funder è nell'eleganza della prosa esatta, nello straziante ritratto di una donna ordinaria travolta da eventi straordinari."
Times Literary Supplement

"Una storia molto coinvolgente di amore e tradimento. Dora è una delle eroine romanzesche più attraenti degli ultimi anni."
New Statesman

"Bellissimo, con echi delle migliori storie di spionaggio."
Sunday Telegraph

"Un giallo ormai vecchio di tre generazioni diventa il catalizzatore per una storia più profonda e più ricca su due temi eterni ma inestinguibili, l'amore e la lealtà."
Canberra Times

"Una miscela eseguita magistralmente tra un romanzo storico e un thriller psicologico."
Australian Book Review

L'AUTRICE:
Anna Funder è autrice del bestseller internazionale C'era una volta la Ddr, tradotto in Italia da Feltrinelli, vincitore nel 2004 del Samuel Johnson Prize della Bbc. Tutto ciò che sono è il suo primo romanzo.

Zoom e Banduna

In super ritardo arrivo, finalmente, a parlarvi di ZOOM, ossia il futuro dei libri visto da Feltrinelli.
Probabilmente ne avete già letto in giro, ma siccome va sempre bene parlare di progetti interessanti, eccomi qui a darvi qualche informazione, nel caso ve la foste persa!

Dal 16 dicembre è attiva la collana Zoom di Feltrinelli, una collana tutta digitale che però propone il libro sotto una nuova forma. Anzi, sotto una forma antica! Sì, perché si riprende in mano il famoso feuilleton, ossia il romanzo a puntate.
In pratica, l'editore propone dei romanzi inediti di grandi autori a puntate, che escono con una certa cadenza al costo di 0,99 €.

Ma oltre a proporre romanzi inediti, sono previsti anche estratti di alcuni volumi, acquistabili singolarmente e modulabili in funzione dell´interesse di chi compra. In somma, una buona notizia per chi magari non è del tutto convinto su l'acquisto di un titolo e magari vuole prima testarne la scrittura.


Il primo titolo a uscire a puntate è Banduna, di Alessandro Mari.

(immagine di Marco Corona)

Un romanzo popolare e avvincente, che ad ogni capitolo affascina il lettore lasciandogli la curiosità di voler continuare.

Ne parleremo molto presto, ma se intanto volete iniziare a leggerlo potete farlo QUI. Tra l'altro, il bello del progetto è anche la possibilità di interagire direttamente con l'autore, lasciando commenti ai capitoli.

23/01/12

Anteprima: La macchina della morte

Per ben cominciare la settimana vi voglio segnalare un libro che uscirà questo giovedì, ossia il 26 Gennaio.
Si tratta di una raccolta di racconti il cui tema di base mi ha molto colpito perché offre un'infinita serie di possibili interpretazioni e utilizzi che rendono davvero interessante il progetto.
Cosa succederebbe, infatti, se avessimo la possibilità di sapere come moriremo? Un gruppo di autori tenta di darci delle risposte fornendo uno spunto per riflettere su quanto la morte possa influenzare le nostre vite e su quanto, a volte, sia insensato voler conoscere tutto, ma proprio tutto, perfino l'ultimo mistero.

La macchina della morte
a cura di Ryan North, Matthew Bennardo e David Malky


La macchina è stata inventata quasi per caso qualche anno fa. Con un semplice esame del sangue sa predire il modo in cui lasceremo questo mondo. Nessuna data. Nessun dettaglio. Solo un foglietto di carta con poche parole, insieme precise e insopportabilmente vaghe. Un oracolo infallibile, criptico e beffardo. Spaziando dall’umorismo alla fantascienza, dall’horror all’avventura, trentaquattro racconti di autori diversi immaginano mondi in cui il fatale responso della Macchina della Morte diviene il fondamento di una nuova gerarchia sociale o una semplice voce del curriculum, un mostro pervasivo contro cui lottare o una moda passeggera, il dato che può bruciare la carriera di un politico o il centro di nuovi giochi di società. Trentaquattro voci diverse per indagare come cambierebbero i rapporti umani e il lavoro, gli ospedali e le scuole, la giustizia e il crimine. Saremmo più liberi o vivremmo incatenati a quella sentenza ineluttabile, condizionati in ogni scelta da un destino che può materializzarsi in qualsiasi momento? Saremmo morbosamente attratti da ciò che ci ucciderà o cercheremmo di fingere con noi stessi di non sapere nulla? Sfideremmo la macchina cercando di smentire il suo verdetto o cambieremmo la nostra vita nel tentativo di allontanare il più possibile un finale già scritto? Un gioco, certo. Ma anche un modo per riflettere sulla nostra ossessione di voler sapere tutto, di svelare anche l’ultimo mistero, che ci porta soltanto a spingere un po’ più in là i confini dell’incertezza.

Editore: Guanda
Pagine: 450
Prezzo: 19,00 €
Uscita: 26 Gennaio 2012

Cosa ne pensate? Io lo attendo perché mi incuriosisce molto.

18/01/12

Sta arrivando... Tanit

Se c'è un'autrice italiana che sento di amare davvero, di cui comprerei anche l'elenco telefonico riscritto e riveduto perché sicuro del valore dell'opera, questa è Lara Manni.
Del mio apprezzamento nei confronti del suo lavoro ho già parlato più volte, qui e altrove, e quindi non potevo segnalarvi la copertina e la trama di Tanit, ultimo volume della trilogia iniziata con Esbat, in arrivo a febbraio.

Il primo volume è stato magnifico, ma il secondo, Sopdet, di più.
Questo terzo, quindi... deve arrivare in fretta!

Una dea scende fra gli uomini, e la dea è Axieros, la Madre oscura che ha tramato affinché mondi separati venissero in contatto: tutto è cominciato con un Esbat, il passaggio di un demone spinto da un inganno e dal desiderio di cambiare il proprio destino che veniva scritto nelle pagine di un fumetto. Così, per volere della dea, il demone Hyoutsuki e il suo antico nemico, Yobai, si sono trovati a camminare fra gli uomini, e persino, grazie alla magia della stella Sirio, Sopdet per gli antichi, a condividere anni oscuri della loro storia: le due guerre mondiali, il 1977. Hanno incontrato donne in grado di intervenire nel loro mondo e modificarlo. Ne sono stati, a loro volta, cambiati.
Ma ora i due universi sono destinati a scontrarsi. Perché quando una dea cammina fra i mortali, il tempo della fine è vicino, e solo uno dei mondi potrà sopravvivere.
Una dea, dunque, scende sulla terra per cercare una donna umana che rechi nel grembo sua figlia: Tanit, la bambina nera. Una donna in grado di provare rabbia e odio che nutrano una creatura divina e fatale: nell’Italia del 2008 che presagisce la grande crisi economica, rabbia e odio sono sentimenti diffusi. E mentre Axieros cerca una madre per sua figlia, Hyoutsuki cerca il proprio destino e Yobai cerca vendetta. Intanto, nel mondo umano, una coppia misteriosa, Nadia e Brizio, cerca di impedire la nascita di Tanit: perché quella nascita è stata prevista da secoli, e comporterà la fine per il genere umano. La loro strada si incrocia con quella di Ivy, la ragazza con un potere immenso che ha più volte salvato, per amore, la vita di Hyoutsuki. Ivy ha scelto di farsi dimenticare, e cerca di costruirsi una vita normale, con un ragazzo normale: una casa, una famiglia, un futuro tranquillo. Non le sarà possibile. Perché anche questa volta Ivy sarà di fronte ad una scelta: la scelta definitiva. Quale dei due universi verrà, infine, salvato? Quali sacrifici e quali rinunce comporta l’abbandono dei sogni dell’adolescenza? E quali scelte dovrà compiere Hyoutsuki affinchè il proprio percorso si compia nel modo giusto?
Tanit conclude la trilogia fantastica iniziata nel 2009 con Esbat e proseguita nel 2011 con Sopdet: una trilogia che unisce le leggende orientali ai miti mediterranei della Grande Madre, e li innesta nel racconto della contemporaneità. Stavolta, è lo smarrimento degli uomini alle prese con le bancarotte mondiali e la povertà imminente a fare da cornice a un evento fatale: una nascita divina che segnerà la fine dei tempi. Tutti i misteri vengono, infine, svelati. Ma ogni fine, come sempre, prevede nuove possibilità, e nessuna porta si chiude per sempre.

17/01/12

Confessioni di un lupo quasi per bene

Oggi vi segnalo un bel racconto on-line.
Non si tratta del lavoro di uno srcittore professionista, ma la fantasia di questa persona supera molte cose lette, tanto che io vi invito a leggere tutto il suo blog.

Però, ora volevo segnalarvi la vera storia di Cappuccetto Rosso una versione che non avete mai letto né ascoltato. Chi la racconta? Ma il lupo ovviamente! A QUESTO indirizzo!


15/01/12

Antarctica Blog Tour


Benvenuti alla prima tappa dell'Antarctica Blog Tour.
Ma come cos'è l'Antarctica Blog Tour? E' un vero e proprio tour attraverso i migliori blog letterari del web che mira a far conoscere Antarctica, il nuovo thriller di Mario De Martino, giovane autore che stimo tantissimo, e in pubblicazione per Casini Editore.

Il tour vero e proprio partirà fra un paio di settimane, ma siccome noi vogliamo viziarli i lettori, perché ormai sono una specie in via di estinzione (sic!), si voleva fare una sorta di pre-apertura col botto!

Da oggi infatti, e fino al 15 febbraio, potete partecipare a un contest che vi permetterà di vincere una copia gratuita del romanzo.
Il libro sarà spedito al vincitore dalla Casa Editrice subito dopo la pubblicazione, che orientativamente sarà verso marzo/aprile 2012.

Partecipare è semplicissimo, basta essere iscritti a Facebook e... compilare un brevissimo modulo (nel quale sono indicate le regole del gioco) che trovate a QUESTO INDIRIZZO!

Tutto chiaro?
Allora cosa aspettate? Partecipate in tanti!


La seconda tappa del blog tour avrà luogo sul NUOVISSIMO SITO DELL'AUTORE domenica 29 gennaio 2012.
Non potete assolutamente perdervela!

Di seguito riporto, per chi ancora non sapesse bene di cosa tratta Antarctica, una breve descrizione del libro:
1947. Nel corso dell’operazione Highjump, la Marina degli Stati Uniti rinviene in Antartide un misterioso velivolo di forma discoidale. All’interno, un marchingegno simile a una scatola trasmette un messaggio in codice Morse.

1976. Internato in un ospedale psichiatrico di Baltimora per istigazione al suicidio, il dodicenne Mark Weber nasconde un segreto che potrebbe cambiare la storia dell’umanità. Ma qualcuno agisce nell’ombra.

2013. Un serial killer si muove tra le strade di Los Angeles. L’FBI e i Servizi Segreti sono coinvolti in una pericolosa caccia all’uomo. E se tutto ciò che ci hanno raccontato negli ultimi sessant’anni fosse solo una menzogna?

Bene! Che dire? Buona fortuna a tutti voi e siate pronti a imbarcarvi nel Blog Tour. Vi assicurò che sarà ricco di curiosità e non solo!

13/01/12

Presentazione Evelyn Starr. Il diario delle due lune

Cari lettori,
oggi vi segnalo una presentazione.

Venerdì 20 gennaio, alle ore 17:30, sarà infatti possibile incontrare Luca Azzolini alla libreria Girapagina di Vicenza.


Ovviamente si parla di Evelyn Starr e il suo diario delle due lune, e tutti sono invitati!
Per i bambini, poi, ci sarà anche un piccolo gioco... in palio uno Stillygan di peluche!

Per chi è di zona, quindi, il passaggio è d'obbligo.
Il consiglio è di prenotare chiamando il 0444 225262 oppure scrivendo a girapagina@galla1880.com. Questo per motivi organizzativi.

Ci sarà anche un pezzo di mele, insieme a Luca. ;)

12/01/12

Segnalazione: Le parole perdute di Amelia Lynd

Oggi vorrei segnalarvi un libro che, da ieri, trovate disponibile nelle librerie nostrane. Si tratta di un romanzo edito da Feltrinelli che racconta dell'educazione sentimentale di un ragazzo attraverso due figure materne di grande rilevanza che si mettono a confronto.
Un libro che mi incuriosisce molto e che spero incuriosisca anche voi.



Le parole perdute di Amelia Lynd
di Nicola Gardini




"Due giorni dopo, finalmente, arrivava in via Icaro 15 Amelia Lynd. Per una volta l'amministratrice non aveva esagerato. Questa non era una gallina, come la mamma aveva temuto. Proprio no. Questa era un uccello nobile e variopinto, che le ali le aveva per volare."

L'Italia che cambia degli anni settanta non sembra aver voglia di cambiare in via Icaro 15, Milano. Sì, certo, l'eco arriva anche lì ma Elvira, la portinaia, è, come un secolo prima, alla mercé di inquilini gretti, litigiosi, pettegoli. Un universo di maligne ottusità e luoghi comuni che tuttavia diventa teatro del mondo nell'immaginazione duttile e porosa di Chino, il figlio adolescente di Elvira. Quando, al quinto piano, prende casa Amelia Lynd, un'anziana signora dall'incedere altero, maniere impeccabili, madrelingua inglese, Chino ne avverte subito il carisma e ne diventa adorante discepolo.
Da dove viene? Cos'ha da nascondere? Qual è il suo segreto? Gli inquilini la mettono al bando, la ostracizzano. Chino si muove, con una sorta di strana ebbrezza, fra i sogni combattivi della madre – diventare proprietaria di uno degli appartamenti abitati dai suoi aguzzini – e le utopie della nuova madre-maestra dalla quale apprende la magia delle parole, le parole che raccontano e le parole che semplicemente dicono. Proprio allora la commedia quotidiana cede al dramma e le vicende di via Icaro e della sua portineria subiscono una fortissima accelerazione. E Chino deve imparare più in fretta, di che passioni, di che ambizioni, di che febbri è intessuta la vita.

Nicola Gardini racconta, con vigore e dolcezza, di un piccolo palazzo brulicante di caratteri variegatissimi che si apre però a una smagliante grandezza attraverso due indimenticabili figure femminili, porte di ingresso, l'una e l'altra in maniera diversa, al mistero di esistere.

EDITORE: Feltrinelli
PAGINE: 240
PREZZO: 16,00 €


L'AUTORE:
Nicola Gardini insegna Letteratura italiana all’Università di Oxford. All’Università di Milano si è laureato in Lettere classiche, negli Stati Uniti ha ottenuto un Ph. D. in Letterature comparate. Ha pubblicati saggi di critica letteraria, alcune raccolte di poesia e i romanzi Così ti ricordi di me (Sironi 2003) e Lo sconosciuto (Sironi 2007). Di recente ha curato l’edizione delle Poesie di Ted Hughes nei Meridiani Mondadori.